Cerca nel blog

28 luglio 2011

GRAFFE SENZA PATATE



Ho sempre adorato le graffe belle, morbide, chiare... una vera poesia. Come quelle che da bambina mangiavo al Parco dei Divertimenti Di Napoli " Edenlandia" . 
Appena oltrepassavi il cancello d'entrata s'avvertiva quell'odorino dolciastro della vaniglia  che ti catturava senza neanche vederle. Una volta giunti al chiosco, impossibile resistere... Quanto erano Buone !!!
E quelle erano senza patate. Così ho provato e riprovato fino ad individuare le mie dosi ed il mio procedimento ideale per ottenerle. Ed eccolo qui tutte per voi!

         
Ingredienti:
 Dosi per 16 Graffe  da 15 cm
  • 1/2 Kg Farina
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 50 gr Zucchero
  • 150 gr Acqua e latte tiepido 
  • 50 g Burro o olio di mais 60gr
  • 2 uova intere piccole 
  • Una bustina di vanillina
  • Buccia di Limone Verde  Bio grattugiata
  • Olio per Friggere  (Olio di Semi di Girasole)
Lievitino
  • 100gr acqua o latte tiepido, 
  • 70gr farina, 
  • 15 g Lievito di Birra (un pò più della metà di un lievito da 25 gr.
  • 1/2 cucchiaino di zucchero 

Tempo di lievitazione 1/2 ora

                                                  ************

NB per chi volesse utilizzare il lievito madre essiccato:
  • 40 gr di lievito madre secco
  • 100 gr acqua e latte tiepido
  • 50 g di farina 0 (manitoba)
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
Tempo di lievitazione 35-40 minuti

Procedimento:

Il Lievitino:

In Una terrina sciogliere il lievito  50gr d'acqua  e 50gr latte tiepido  e una punta di cucchiaio di zucchero. Aggiungete tre cucchiai di Farina mescolate bene.
Coprite con la pellicola e lasciate riposare per almeno 30 min  ... deve raddoppiare il suo volume.



 ed avere quest'aspetto, tante belle bollicine.




L'Impasto:

Mettete la farina in una scodella capiente  o nella ciotola della planetaria e aggiungete  ,  il sale, lo zucchero e la vanillina mischiate ... poi  introducete il lievitino le uova , il burro o l'olio, la scorza di limone grattugiato e latte e acqua. 
Lavorate il tutto velocemente affinchè l'ìmpasto sia leggermente appiccicoso
se è troppo morbido aggiungete lentamente altra farina viceversa se è duro aggiungete acqua


Ponetelo in una ciotola alta d'acciaio e copritelo con un panno umido.

Lievitazione:  
 Preriscaldate il forno a 200 gradi per 10 minuti , spegnete e introducetevi la ciotola coperta.
 Non direttamente sulla base del forno ma a   mezza altezza.
Quando avrà raddoppiato il suo volume ( più o meno 1  ora  e  1/2)



.Suddividere la pasta in ciambelle. 

Dato che l'impasto è più molle poggiate  prima le mani nella farina e poi  formate le ciambelle che adagerete su un canovaccio infarinato.
o su una spianatoia di legno,(no marmo o acciaio) 
Cercate di non lavorarlo troppo nelle mani, tirate la pasta spezzandola senza appallottolarla e arrotondate sulla spianatoia senza fare troppa pressione.
Vedete sono irregolari , se lo lavorate troppo l'impasto perde di morbidezza.






Eccole sono lievitate, belle gonfie e più regolari.



Friggere le ciambelle in  abbondante olio , una o due per volta crescono ulteriormente.

Durante la cottura, con un cucchiaio buttate olio sulla superficie scoperta.
Capovolgerle due o tre volte in modo da ottenere una cottura regolare. 
Appena prendono colore tiratele su e appogiatele su della carta assorbente ma per pochi secondi.



Ancora calde passarle nello zucchero semolato e servirle.


Troppo Buone  ... specialmente se servite così  , dalla mia dolce Amichetta Simona  :-))))





Graffettate con  Me ...   Giuggiola !!!!

Ricetta di Giulia Sanseverino

0 commenti:

Posta un commento

Cerca la Ricetta

Translate

Iscrizione Feed

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More