28 luglio 2011

GRAFFE SENZA PATATE



Ho sempre adorato le graffe belle, morbide, chiare... una vera poesia. Come quelle che da bambina mangiavo al Parco dei Divertimenti Di Napoli " Edenlandia" . 
Appena oltrepassavi il cancello d'entrata s'avvertiva quell'odorino dolciastro della vaniglia  che ti catturava senza neanche vederle. Una volta giunti al chiosco, impossibile resistere... Quanto erano Buone !!!
E quelle erano senza patate. Così ho provato e riprovato fino ad individuare le mie dosi ed il mio procedimento ideale per ottenerle. Ed eccolo qui tutte per voi!

         
Ingredienti:
 Dosi per 16 Graffe  da 15 cm
  • 1/2 Kg Farina
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 50 gr Zucchero
  • 150 gr Acqua e latte tiepido 
  • 50 g Burro o olio di mais 60gr
  • 2 uova intere piccole 
  • Una bustina di vanillina
  • Buccia di Limone Verde  Bio grattugiata
  • Olio per Friggere  (Olio di Semi di Girasole)
Lievitino
  • 100gr acqua o latte tiepido, 
  • 70gr farina, 
  • 15 g Lievito di Birra (un pò più della metà di un lievito da 25 gr.
  • 1/2 cucchiaino di zucchero 

Tempo di lievitazione 1/2 ora

                                                  ************

NB per chi volesse utilizzare il lievito madre essiccato:
  • 40 gr di lievito madre secco
  • 100 gr acqua e latte tiepido
  • 50 g di farina 0 (manitoba)
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
Tempo di lievitazione 35-40 minuti

Procedimento:

Il Lievitino:

In Una terrina sciogliere il lievito  50gr d'acqua  e 50gr latte tiepido  e una punta di cucchiaio di zucchero. Aggiungete tre cucchiai di Farina mescolate bene.
Coprite con la pellicola e lasciate riposare per almeno 30 min  ... deve raddoppiare il suo volume.



 ed avere quest'aspetto, tante belle bollicine.




L'Impasto:

Mettete la farina in una scodella capiente  o nella ciotola della planetaria e aggiungete  ,  il sale, lo zucchero e la vanillina mischiate ... poi  introducete il lievitino le uova , il burro o l'olio, la scorza di limone grattugiato e latte e acqua. 
Lavorate il tutto velocemente affinchè l'ìmpasto sia leggermente appiccicoso
se è troppo morbido aggiungete lentamente altra farina viceversa se è duro aggiungete acqua


Ponetelo in una ciotola alta d'acciaio e copritelo con un panno umido.

Lievitazione:  
 Preriscaldate il forno a 200 gradi per 10 minuti , spegnete e introducetevi la ciotola coperta.
 Non direttamente sulla base del forno ma a   mezza altezza.
Quando avrà raddoppiato il suo volume ( più o meno 1  ora  e  1/2)



.Suddividere la pasta in ciambelle. 

Dato che l'impasto è più molle poggiate  prima le mani nella farina e poi  formate le ciambelle che adagerete su un canovaccio infarinato.
o su una spianatoia di legno,(no marmo o acciaio) 
Cercate di non lavorarlo troppo nelle mani, tirate la pasta spezzandola senza appallottolarla e arrotondate sulla spianatoia senza fare troppa pressione.
Vedete sono irregolari , se lo lavorate troppo l'impasto perde di morbidezza.






Eccole sono lievitate, belle gonfie e più regolari.



Friggere le ciambelle in  abbondante olio , una o due per volta crescono ulteriormente.

Durante la cottura, con un cucchiaio buttate olio sulla superficie scoperta.
Capovolgerle due o tre volte in modo da ottenere una cottura regolare. 
Appena prendono colore tiratele su e appogiatele su della carta assorbente ma per pochi secondi.



Ancora calde passarle nello zucchero semolato e servirle.


Troppo Buone  ... specialmente se servite così  , dalla mia dolce Amichetta Simona  :-))))





Graffettate con  Me ...   Giuggiola !!!!

Ricetta di Giulia Sanseverino

0 commenti:

Posta un commento

Cerca la Ricetta

Translate

Iscrizione Feed

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Amazon.it

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More