16 aprile 2013

FRITTATA DI AGRETTI E CIPOLLA





Molti la snobbano o non la assaggiano perchè sembra difficile da pulire o cucinare,
Li troviamo proprio in questo periodo, che sarebbe tra aprile e maggio.
Legati in mazzi con un elastichino gli agretti, o barbe di frate, sono generosi in sali minerali e avari in calorie.
La pulizia degli agretti è l’unica nota dolente,  poiché bisogna trattare ogni singola piantina, separando le foglie dalla radice, che si prolunga in un gambo più massiccio delle foglie stesse e che va in parte eliminato, altrimenti per cuocerlo si farà  scuocere il resto.
Certo, sia voi che io possiamo immaginare un modo più attraente di impiegare mezz’ora della nostra vita e viene voglia di prendere un bel coltello affilato e di tagliare gli agretti tutti insieme, mentre sono ancora legati, alla base delle radici, però con un risultato molto approssimativo.
Una ragionevole alternativa è di procurarseli già puliti al supermercato (consiglio che di solito non diamo) il che implica che un’occhiata è egualmente necessaria.
Gettati in acqua bollente, vogliono dai due ai cinque minuti di cottura.
Ottimi conditi semplicemente con olio e limone, è tassativo che siano al dente.

Frittata di agretti e Cipolla

Ingredienti: 
2 mazzetti di agretti; 
1 cipolla di Tropea; 
1 bicchiere di latte; 
2 fette di formaggio tipo groviera; 
parmigiano; 4 o 5 uova; 
olio, sale e pepe.

Preparazione
Preparare una cipolla di Tropea affettata non troppo sottilmente e del formaggio a pasta molle, ma va benissimo il groviera.
Soffriggere la cipolla con olio e aglietto fresco in una padella, e farla appassire.
Aggiungere un bicchiere di latte e far ammorbidire la cipolla: a fine cottura diventerà cremosa e soffice, molto bianca, e formerà una deliziosa cremina.
Aggiungere gli agretti lessati e far asciugare il tutto. 
Far raffreddare il composto.
A parte, mescolare le uova (4 o 5 uova) con abbondante parmigiano, sale, pepe e il formaggio tagliato a dadini.
Aggiungere il composto di cipolla e agretti alle uova sbattute, mescolare bene e cuocere in padella da ambo i lati, su una padella antiaderente unta con poco olio.
Si serve calda o anche tiepida, ed è buonissima accompagnata con insalata di stagione, asparagi o fave fresche. Perfetta non solo per i bambini, ma anche per i vegetariani!

0 commenti:

Posta un commento

Cerca la Ricetta

Translate

Iscrizione Feed

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Amazon.it

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More